Un-elicottero-carico-di-dobloni

Un-elicottero-carico-di-dobloni.

Il mercato obbligazionario sta dando dei segnali che potrebbero riportare sotto i riflettori il pensiero che l’economista americano Milton Fiedman teorizzò nel 1969, quello dell’”Helicopter Money”, cioè quella particolare strategia che, abbattendo il ruolo dell’intermediazione bancaria, dovrebbe portare denaro direttamente nei conti correnti dei cittadini, proveniente dalle banche centrali. 

Oggi poco meno di 10.000 miliardi di dollari di obbligazioni a livello mondiale generano tassi negativi. Di questi oltre 6.000 sono titoli di debito giapponesi, cioè appartenenti al paese più deflazionato del mondo che da un quarto di secolo annaspa nella palude della deflazione e proprio in virtù di questa situazione il primo ministro giapponese Shinzo Abe, si è detto favorevole ad introdurre questa misura della distribuzione del denaro a pioggia sulle teste dei cittadini nipponici. 

La decisione di Abe è arrivata all’improvviso, dopo che il Giappone ha dimezzato le sue previsioni di crescita per quest'anno e ridotto la sua stima dell'inflazione allo 0,4%, da una proiezione precedente dell’ 1,2%. Il quantitative easing non riesce a resuscitare l'economia giapponese e l’idea dell’”helicopter money”, non suona più come strampalata rispetto a pochi mesi fa, quando il primo ministro giapponese si era detto contrario a quest’ipotesi.  Semmai il problema sarebbe quello di come attuarla.

Ma siccome non è solo il Giappone ad essere in difficoltà, perché Il rischio della deflazione alberga in molte economie sviluppate e minaccia seriamente di ostacolare la crescita globale, l’idea dell’”helicopter money” si sta facendo insistente anche in Europa, area in cui mediamente il commercio all’interno dell’area non sembra essere cresciuto nell’ultimo anno, pur non essendo dichiarata in recessione.

Per la prima volta in assoluto, la settimana scorsa, il governo tedesco è stato in grado di emettere titoli decennali a rendimenti negativi e la stessa cosa ha fatto la Svizzera, che ha drenato liquidità emettendo titoli che non rimborserà prima del 2058, con rendimenti negativi.  Per cui, vista l’aria che tira anche in Europa, il progetto dell’HM sta guadagnando credibilità anche nelle segrete stanze della BCE a Francoforte. 

In Europa, il mese scorso, 18 membri del Parlamento europeo hanno esortato Draghi a rivedere le politiche del QE lanciato lo scorso anno e a effettuare un'analisi completa e approfondita delle politiche alternative all’allentamento quantitativo attraverso i mercati finanziari. Queste alternative comprendono l'introduzione di un reddito di cittadinanza, proprio tramite l’”helicopter money”, oltreché l’acquisto di obbligazioni da parte della Banca europea per gli investimenti, come possibili soluzioni per migliorare lo sviluppo economico attraverso la spesa diretta nell'economia reale.

Per Draghi, volenteroso quanto attento presidente della BCE, il problema più rilevante sarebbe semmai quello di sapere dove è  stato parcheggiato questo strano elicottero.

#Giappone #Abe #HelicopterMoney #BCE #Svizzera #Volcharts

a cura della redazione Volcharts.com

Borsa e dintorni!

Parlando di socio politica!

Parlando di Borsa!